Contenzioso Bancario

Anatocismo bancario, Banca Intesa condannata a pagare € 1.2 milioni

anatocismo

Anatocismo bancario, Banca Intesa deve restituire € 1.200.000,00 al correntista.

Il correntista conveniva la banca avanti il Tribunale di Milano, per la restituzione di somme indebitamente versate per:

  • anatocismo
  • indeterminatezza tassi
  • spese e commissioni non pattuite

Il Tribunale adito accoglie le istanze proposte dal nostro studio legale e condanna la banca al pagamento.

La stessa proponeva appello ma la Corte d’Appello di Milano confermava la sentenza di primo grado.

La difesa della banca è articolata ma non dimostrata. Dapprima ha contestato l’esistenza del fido, poi del limite accordato funzionale alla successiva contestazione delle rimesse solutorie ai fini della prescrizione.

L’esistenza del fido è stato dimostrato sin dall’atto introduttivo e mai contestato dalla banca, anzi più volte confermato dalla stessa. Il limite del fido accordato non è stato dimostrato dalla banca, di conseguenze le rimesse sono state considerate tutte ripristinatorie.

Privo di pregio anche il tentato ribaltamento dell’onere della prova sostenuto dalla banca.

Sentenza: appello milano 07-2018

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.